Pompi

Da poco il mitico Pompi, il regno del Tiramisù di Roma, ha aperto i battenti anche a Roma Nord, a Ponte Milvio.

Via Cassia 8b-8c
a 20mt da Ponte Mivlio

Published in: on luglio 12, 2010 at 2:22 pm  Lascia un commento  

Radicchio

Radicchio
Diverse volte mi è capitato chiacchierando con qualche amico di questo prodotto di non capire di quale radicchio si parlava, per me il radicchio è sempre stata quell’ “insalata rossa amarissima” che mi rifilavano da piccolo e che non riuscivo a mangiare se non c’era un po’ di pane in tavola (i miei avevano il vizio di fare l’insalata solo con il radicchio).

Ora in realtà ne sono ghiotto, soprattutto cotto alla brace o alla piastra e condito con un po’ di olio e sale a crudo.

Altre volte parlando sentivo dire “ma il radicchio rosso?” e io pensavo “ma perchè ci sta pure verde?” …
sì!
ma anche no!

In realtà per caso in un vivaio mi è caduto l’occhio (ahia!) su delle bustine di sementi e ho visto le foto del radicchio con il nome di “Cicoria rossa di Treviso” e “Cicoria rossa di Chioggia” e andando a informarmi online in effetti ho avuto conferma che  il radicchio è una varietà di Cicoria, per cui in tal senso sì, c’è anche verde, o meglio, è la Cicoria che ci sta anche rossa 😉

Le diverse varietà di Radicchio sono:

La Cicoria Rossa di Treviso (Radicchio Trevigiano) che può essere precoce o tardivo ha un cespo di forma piuttosto allungata e foglie con costola cantrale bianca.

La Cicoria Rossa di Chioggia (Radicchio di Chioggia o Rosa di Chioggia) che presenta foglie sempre tonde ma racchiuse una sull’altra, in modo da formare un cespo globoso e compatto.

La Cicoria Rossa di Verona (Radicchio di Verona) anch’esso può essere precoce o tardivo (questa dicitura dipende dal periodo in cui ne avviene la raccolta) ed è di forma tondeggiante come il Rosso di Chioggia.

Ma ci sono anche i variegati che normalmente sono Cicorie rosse che non sono state “scolorite” come i Radicchi e perciò presentano ancora delle striature del verde originario (perchè per dare al Radicchio quel colore rosso i cespi vengono ammassati e immagazzinati in luoghi protetti in modo da perdere la colorazione verde)

Radicchio Bianco di Chioggia
Radicchio Variegato di Chioggia
Radicchio Variegato di Castelfranco

In questo sito di sementi (Radicchio Factory) ci stanno interessanti notizie sulle diverse varietà di questo prodotto.

Il fiore della Cicoria

Published in: on luglio 5, 2010 at 2:52 pm  Lascia un commento  

Crauti

Io effettivamente credevo che preparare i Crauti fosse molto più complicato e lungo, invece la preparazione è semplicissima, ma lunga, ci vorrà circa un’oretta. (Sempre un grazie a Monica)

Ingredienti:
olio
aceto
acqua
sale
pepe in grani
1/2 cavolo cappuccio

Preparazione:
In una pentola mettete un paio di cucchiai abbondanti di olio.
Poi mettete il Cavolo lavato e tagliato a striscioline, sale e qualche grano di pepe nero per insaporire.
A fuoco medio mischiate il cavolo in modo che si “sporchi” con l’olio.
Aggiungete una bottiglia di aceto e poi acqua (come proporzioni calcolate 3/4 di aceto e 1/4 di acqua) fino a ricoprire il cavolo e fate cuocere per tanto tempo, finchè il cavolo non diventa morbido.
Se durante la cottura assaggiate e si sente troppo per i vostri gusti il sapore di aceto potete aggiungere dell’acqua.
A fine cottura se il “sugo” non si è ritirato del tutto potete prendere i crauti con la shiumarola o scolarli.

Buon Appetito

Published in: on luglio 1, 2010 at 1:09 pm  Lascia un commento