Augusto

Tipica Osteria romana alla vecchia maniera nel cuore vero di Roma a Trastevere, tavolacci e tovaglie di carta su cui a fine serata viene scritto il conto di quello che si è mangiato.
A parte il valore affettivo che ha per me questo posto, devo dire che è un ottimo posto dove poter mangiare della buona cucina romana senza rischiare di farsi spennare come nei molteplici posti per turisti di cui il centro è zeppo.
Qui potrete alcuni primi tra cui una cacio e pepe fatta ad arte, con il cacio e il pepe sopra la pasta e un po’ di acqua della cottura, non quelle oscenità fatte con panna o latte che rifilano in molti ristoranti di “cucina romana”, anche il brasato è qualcosa di spettacolare, con la carne che si scioglie in bocca.
Vi consiglio di anticipare l’orario di cena per andare in questo ristorante, in quanto non si prenota, ma ci si mette diligentemente in fila fuori dal ristorante in attesa che un tavolo si liberi …. e se arrivate dopo le 21 rischiate di stare in fila parecchio ma soprattutto rischiate di trovare poco da mangiare o comunque di non trovare i piatti migliori.
Oltre alla sala interna ci sono anche alcuni tavoli fuori dove potrete cenare in quella splendida cornice romana che è questa deliziosa piazza di Trastevere.

1 acqua
1 lt di rosso della casa
2 cacio e pepe
2 brasati con patate al forno
1 tiramisù
1 torta di frutta
47,6€ in 2

Indirizzo:
Da Augusto
Piazza de Renzi 15
tel. 5803798
Chiusura: Sabato a pranzo e Domenica tutto il giorno

Voto
bollinoverde-gamberoroscio-small

Annunci
Published in: on maggio 27, 2009 at 1:20 pm  Lascia un commento  

Mucca Pazza

Uno dei posti dove mi fa sempre piacere tornare, anche se non ci vado molto spesso.
Il servizio è cortese e l’ambiente è molto accogliente; oltre alla sala interna ha anche diversi tavolini all’aperto sotto delle tende, per cui ottimo anche quando inizia la bella stagione e per i fumatori incalliti che non riescono a fare a meno della loro sigaretta tra una portata e l’altra.
La loro specialità (come si evince dal nome) è la carne (ottima carne danese se non erro) sempre accompagnata da abbondante contorno. Ma per chi non ha voglia di carne c’è ampia scelta tra primi, fritti, pizze (anche a portar via), bruschette, verdure grigliate, insalate ….
Anche tra vini e birre si possono trovare delle chicche come per esempio la Birra Menabrea.
Fanno anche la cacio e pepe …. piatto di cui sono un vero estimatore e cultore, piatto semplice che invece troppo spesso viene rovinato da aggiunte di panna, o latte o altro … non l’ho mai presa da loro, ma appena tornerò a mangiare da loro provvederò ad assaggiarla e a riferire se è una cacio e pepe DOC 😉
A prescindere da questo vi consiglio di provarlo; inoltre si trova in una zona che di sera è molto tranquilla… è facile trovare parcheggio e un tavolo libero.

1 acqua
1 lt di vino rosso della casa
1 Patate al forno
1 Bistecca con Lardo di Colonnata con patate al forno
1 Tagliata di pollo con insalata mista
1 Focaccia
1 Tiramisù alla Fragola
1 Grappa in Barrique

54,5 € in 2

Indirizzo:
Mucca Pazza
Via Paolo Veronese 42/44
tel. 065134430

Voto
bollinoverde-gamberoroscio-small

Published in: on maggio 26, 2009 at 2:12 pm  Lascia un commento  

il Secchio e l’Olivaro

Dopo tanto tempo sono tornato in questo posto di cui mi ero quasi dimenticato … che errore!!!! 🙂
E’ un po’ fuori mano, sulla Portuense verso fuori Roma, ma ne vale la pena per ritrovarsi in un posto tranquillo, nel verde, con ampio parcheggio (che ormai ai giorni nostri è più difficile trovare un parcheggio che un quadrifoglio ahahah ehm) e dove poter liberamente mangiare tutto con le mani!!!!
Ebbene sì, non si usano assolutamente posate, tranne il coltello che portano per poter smezzare le bruschette se lo chiedete 🙂
Hanno un’ampia scelta di bruschette di ogni tipo e fanno una buonissima pizza, ma attenzione, pizza alta e grande … calcolate che mezza pizza va bene pe run paio di persone, mentre una intera è per 4, inoltre la pizza può essere multigusto… copio e incollo dal loro sito:

“..una pizza di grandi dimensioni con un peso che può variare da 1,8 kg a 2 kg quando, normalmente, il peso di una pizza al piatto si aggira sui 250/300 grammi. Fragrante, alta, soffice e friabile viene proposta ancora fumante e servita al tavolo su taglieri di legno divisa in piccole porzioni pronte per essere gustate….. “esclusivamente con le mani”!
Il costo di una teglia intera di pizza e di € 22,00 o metà € 11,00.
Una pizza intera può essere sufficiente per soddisfare 3 o 4 persone e mezza pizza è adatta a due persone.”

4 Bruschette
(bruschetta con melanzane, bruschetta con zucchine, bruschetta con cipolla rossa e bruschetta con salsiccia e stracchino)
Mezza pizza bigusto
(margherita e margherita con provola)
1 Tiramisù alla Fragola
vino rosso in bottiglia
acqua
2 Limoncelli
38 € (circa) in 2

Indirizzo:
il Secchio e l’Olivaro
via Portuense 962
tel. 066552192
Chiusura: SEMPRE APERTO dalle 18:30 alle 24:00

Sito WEB

Voto
bollinoverde-gamberoroscio-small

Published in: on maggio 5, 2009 at 2:36 pm  Lascia un commento  

Er Baffo

“Se te senti depresso e ciai er magone,
fatte ‘na bistecca dar Baffone”

Questo era lo slogan dei mitico Baffo, ristorante per i patiti di carne situato a Maccarese su Via della Muratella ….

Come dimenticare il banco della carne fornito solo di pezzi di prima qualità, l’enorme camino dove Baffo in persona cucinava la carne, il rumore della mannaia sul tagliere che risuonava nel locale, le tv sintonizzate sui canali di tutto il mondo, il tetto del locale sormontato da antenne per ricevere i suddetti canali, le patate ripassate col peperoncino, le crostate fatte in casa, le tavolate dove spesso socializzavi con emeriti sconosciuti, le tovaglie di carta, il conto scritto a mano sulla tovaglia….

Ne parlo al passato perchè Giovedì quando mi sono recato li già con l’acquolina in bocca, ho avuto una terribile sorpresa ….

Baffo ha chiuso i battenti per l’affitto “insostenibile” e come dice l’avviso non è che si è trasferito, ma ha proprio chiuso …..

Che dire … sento una profonda amarezza …. Baffo non era solo un bel posto dove mangiare, ma era la romanità … era uno stile … come dice lui nel sito, era una filosofia ….

(dal SITO ufficiale der Baffone)

Come dimenticare quando un cliente a cui era stata appena consegnata la sua bistecca chiede: “si può avere un po’ di limone?”
baffo: “aho! ma che stai a magna’ le cozze????”

un mio collega mi racconta invece che due suoi amici ordinarono una fiorentina in 2 e lui chiese: “chi è che magna e chi se la pija ‘nder c…?”

erano bei momenti ….. ci mancheranno …..

QUI il gruppo di Facebook “Aridatece Baffone”
QUI la notizia della chiusura di Baffo su ADNkronos

e sono onorato che sia lui il primo a cui assegno il bollino Gran Gambero 😉

bollinoalloro-gamberoroscio-small

Published in: on maggio 4, 2009 at 2:25 pm  Comments (6)